Sustainable cultural and heritage event organiser with new technology - Lavorando in Europa

Go to content

Main menu:

Sustainable cultural and heritage event organiser with new technology

Progetti Europei
 
 
 

Sustainable cultural and heritage event organiser with new technology 
 
Transfer&Empower: Esperienza di vita per l'inclusione sociale

“Cosa significa includere realmente disabili e persone con condizioni di svantaggio (geografico, economico, migratorio, malattia) nella società e nel panorama lavorativo?” è questa la domanda che Logosabile Onlus e Borderland without Barriers si sono chieste per sviluppare il progetto Transfer&Empower. T&E ha dato a 20 giovani con disabilità e/o condizioni di svantaggio frequentanti un corso professionale in Alternanza Scuola Lavoro(13), istituto professionale(4) e neo-diplomati(3), provenienti dalle provincie di Chieti e Pescara, la possibilità di prender parte a un percorso per accrescere e potenziare le proprie capacità e competenze sia dal punto di vista professionale provvedendo loro competenze imprenditoriali e digitali, sia dal punto di vista personale lavorando in
modo da far crescere l’autostima, la creatività e il senso di iniziativa.
I ragazzi hanno partecipato alla mobilità di 16gg (2 gg viaggio) in Polonia e seguito un corso di formazione professionale educativo ed innovativo ad alto impatto tecnologico. In Polonia hanno fatto una esperienza lavorativa nell’organizzazione di diversi eventi (tema inclusione) con la creazione finale di un VLOG. Si è trattato di un percorso innovativo che ha utilizzato tecniche work-based e student-centred per mettere al centro le necessità di questo target e arrivare a un pieno sviluppo degli obiettivi prefissati. T&E è stato un progetto che ha unito formazione professionale educativa, digitalizzazione, imprenditorialità, occupabilità, coaching, internazionalizzazione, interculturalità, problem solving e team work provvedendo un attestato di liv. EQF 3, quello di “Sustainable Cultural and Heritage Event Organiser”. I partecipanti sono risultati maggiormente occupabili, sicuri di sé e dei propri mezzi e indipendenti portando ad aumentare il benessere personale e anche familiare, creando percorsi sostenibili dove a essere rafforzati non sono stati soltanto i giovani partecipanti, ma anche le loro famiglie e la comunità intorno a loro, portando un impatto positivo a
livello locale: ragazzi con più autostima e atteggiamenti positivi per il loro futuro, attivi nella società nazionale ed europea: diminuzione di drop-out e persone NEETs.

 
Picnic Lovers 2018
T&E è riuscito a sviluppare le 8 competenze chiave definite dall’Europa in modo da avvicinare i giovani disabili e in condizioni di svantaggio in modo innovativo alle esigenze evidenziate dall’Osservatorio Nazionale nella Conferenza Naz. sulle politiche per la disabilità: minimizzare i processi di esclusione del disabile e aumentare quelli di inclusione.
Infatti sono stati raggiunti i diversi obiettivi:
-l’imprenditorialità e il lavoro autonomo (dei ragazzi stanno considerando di innovare le attività agricole dei genitori)
-costruire un ponte tra il mondo della scuola e quello del lavoro (Hanno creato dei Europass Curriculum)
-creare percorsi di cooperazione internazionale (LogosAbile, Borderland e la Camera di Artigianato della Slesia progettano altri Erasmus per il futuro)
-creare percorsi accessibili ai disabili e persone con necessità speciali attraverso borse di studio – 20 ragazzi
-rendere la persona disabile e con necessità speciali più indipendente in modo da prendere in mano la propria vita, avendo ottenuto gli strumenti necessari per raggiungere i propri obietti – 3 hanno iniziato degli studi nel settore, 3 ragazzi a rischio di drop-out hanno migliorato le loro performance scolastiche e finiranno il percorso, 7 ragazzi hanno iniziato ad essere più socievoli e attivi nei propri villaggi. Ogni partecipante ha ottenuto dal percorso crediti ECVET (spendibili in corsi prof. di liv. EQF3). Le competenze sono state registrate sul libretto personale di competenze come definito dalla D.lgs. 13/13 (Europass) e rilasciando anche una certificazione ECVET e Europass Mobility Certificate.


Le testimonianze

Al rientro dalla mobilità di 16 giorni in Polonia abbiamo intervistato i ragazzi raccogliendo i loro pareri per quanto ha riguardato l'esperienza, che si è dimostrata essere positiva per tutti. I partecipanti sono risultati entusiasti dell'esperienza, alla crescita personale con una maggiore autostima e consapevolezza di sè si è unito lo sviluppo di capacità professionali nell'ambito delle nuove tecnologie e dell'organizzazione eventi.  MORE


 
 
 
 
Back to content | Back to main menu